Terry Fox e la sua leggendaria impresa che commosse il mondo

Giovane malato di cancro e il suo viaggio della Speranza

Molti di voi conoscono la sua storia, ma ho deciso di scriverla per tutte quelle persone che invece la ignorano.

Questa è una di quelle biografie che vale la pena conoscere, perché ha molto da insegnare a tutti noi.

Il nome del ragazzo è Terrance Stanley Fox, ma è noto al pubblico semplicemente come Terry Fox.

Nasce in Canada nel 1958, secondo di quattro figli dimostra subito una spiccata tendenza verso lo sport. Pratica difatti calcio, rugby, baseball e crescendo anche nuoto e pallacanestro.

La sua idea è quella di diventare da grande un insegnante di educazione fisica.

hqdefault

Purtroppo il destino ha in serbo qualcos’altro per lui e il 12 novembre del 1976, quando ha solo 18 anni, il suo sogno si infrange contro un paraurti. La sua auto in quell’incidente è praticamente distrutta, ma lui esce dalle lamiere quasi illeso, solo un dolore, una lieve ferita al ginocchio.

Dopo circa un anno i dolori a quella gamba riaffiorano e così si sottopone ad una serie di esami.

L’esito è inaspettato e lascia tutti scioccati: gli viene scoperto un osteosarcoma, tumore maligno che tende a espandersi dalle ginocchia a muscoli e tendini con frequenti metastasi polmonari.

A soli 19 anni deve prendere una decisione drammatica che cambierà la sua esistenza: fare della chemioterapia con solo il 50% di possibilità di salvarsi oppure, l’amputazione della gamba che gli permetterebbe la salvezza?

Il giovanissimo Terry decide per la seconda opzione, quasi una scelta obbligata se voleva continuare a vivere e gli viene impiantata una protesi.

Nel frattempo farà anche cicli di chemioterapia, perché si scoprirà che la terribile malattia non vuole abbandonarlo.

Durante quelle sedute vede morire diverse persone di cancro e lui, così speranzoso e amante della vita, non ci sta.

Benché in cura, gioca a basket nella nazionale per atleti carrozzina, diventando 3 volte campione canadese. Ma non è questo che lo porterà a diventare leggenda, ma una sfida contro il suo destino.

Decide che la sua vita non poteva finire così, che doveva adoperarsi per tutti i malati di cancro e consapevole che la morte l’attendava al varco, ha cominciato ad allenarsi per correre una maratona, nonostante l’arto artificiale. Finisce ultimo, a dieci minuti dal vincitore, ma viene accolto con commozione ed entusiasmo dal pubblico a fine gara e, a questo punto, svela il suo vero piano. Quella maratona, in realtà, è stata solo una prima prova.

Tre anni dopo l’amputazione, nel 1980, il ventiduenne Terry Fox lancia una clamorosa campagna di sensibilizzazione per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro: la Maratona della Speranza.

terryfox2

Partendo dalla costa atlantica per raggiungere quella pacifica, Terry intende attraversare tutto il Canada.

Vuole correre ogni giorno per 42 chilometri, la lunghezza di una maratona.

Terry ha un altro sogno impossibile: raccogliere un dollaro per ogni canadese, precisamente arrivare a 22 milioni di dollari. E dimostrare che un uomo non è qualcosa di meno perché ha perso una gamba, ma può essere qualcosa di più. Pertanto che non ci sono limiti, nemmeno per un amputato.

Corse per ben 143 giorni, attraversando 6 Stati e coprendo la distanza di 5.373 km prima che il tumore gli intascasse definitivamente i polmoni costringendolo alla resa.

Un anno dopo quella sosta, entrò in coma e non si svegliò più. Morì nel 1981. Il tumore si era diffuso in tutto il corpo.

Tantissimi sono stati i riconoscimenti in vita e dopo.

terryfox3

La sua incredibile storia non solo commosse il Canada, ma il mondo intero.

E come dirà Isadore Sharp, parlando di questo incredibile uomo: “Terry non ha perso la sua battaglia. Forse ha concluso quello che doveva fare. Terry è stato come una meteora che passa nel cielo, la cui luce viaggia al di là della nostra vista. Una luce che ancora brilla, nella notte più buia”.

Da persone come lui aggiungo io, dobbiamo imparare. Grazie Terry, per quello che ci hai insegnato col tuo esempio, il coraggio e il tuo amore.

Pubblicità

8 pensieri riguardo “Terry Fox e la sua leggendaria impresa che commosse il mondo

  1. Non lo sapevo di questa storia, Forse avrò visto qualcosa per televisione ma ero troppo piccolo.
    Commovente e davvero coraggioso lui. Questo ci fa capire che non dobbiamo arrenderci e di continuare ad andare avanti.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...