Sindrome da stanchezza cronica… che cos’è?

Ci sono malattie che rendono la stanchezza (fisica e mentale) una spossatezza grave che diviene invalidante.

E’ normale essere affaticati dopo un intenso sforzo fisico o psichico, anche se la qualità della stanchezza nei due casi è diversa. Ma è normale nella misura in cui la persona riesce a recuperare spontaneamente e pienamente la situazione di benessere che precedeva l’episodio “affaticante”. Il recupero, quindi, perché la stanchezza sia considerata normale, deve essere completo e raggiunto in tempi rapidi: si può parlare, in questo caso, di forma “acuta” di stanchezza e non di stanchezza cronica. Nelle persone invece che soffrono di stanchezza cronica, anche dopo il riposo la persona non riesce a riprendere le forze.

La stanchezza cronica è una situazione che può accompagnarsi a svariate situazioni sia fisiologiche che patologiche. Una tra queste per esempio è la sclerosi multipla, presente difatti nell’80% dei casi. Ed io come molti affetti da SM, la conosco bene.

Per esempio anche la fibromialgia, artrite reumatoide, anemia, dolore cronico ma anche altre malattie possono portare questo disturbo che è come detto prima, altamente invalidante.

Quali sono i trattamenti che si possono attuare?

Forse l’unico trattamento valido per così dire, è quello la terapia cognitivo-comportamentale. Per chi non lo sapesse, si tratta di brevi sedute dove vengono insegnati specifici esercizi e comportamenti da adottare nella vita di tutti i giorni.

Certo non fa miracoli, ma indirizza su atteggiamenti da mettere in pratica per aiutarsi, e cercare di equilibrare quelle poche forze che la persona con questo problema possiede. Cioè, insegnano per esempio a programmare le attività; a stabilire le priorità; a tenere un diario personale; a migliorare l’ambiente circostante e adattarlo alle proprie esigente.

Inoltre si viene anche incoraggiati su pensieri positivi, perché vi assicuro che trovarsi nella situazione che, anche piccole faccende “normali” giornaliere, diventano di colpo faticosissime, non è piacevole perché in quel momento ci si rende conto della propria inadeguatezza.

In poche parole è come vedersi trasformati in una lumaca che cerca di correre la stessa maratona, dove tutti gli altri concorrenti sono ghepardi. Ci si perde un pochino d’animo.

Vengono dati anche dei farmaci: contro il dolore, l’insonnia, cortisonici etc… ma naturalmente queste cose vanno valutate caso per caso dallo specialista, a cui dovete sempre far riferimento.

Comunque sia mai disperare e siate sempre ottimisti,perché andare incontro alla vita con positività, è forse la migliore medicina che esista.

2 pensieri riguardo “Sindrome da stanchezza cronica… che cos’è?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...