Vivian Maier: una passione per la fotografia celata al mondo perché proibita

Una talentuosa artista statunitense scoperta dopo la sua scomparsa

Come ben sappiamo non è la prima volta che artisti talentuosi sono rimasti sconosciuti fino alla loro morte.

È il caso di Vivian Maier, scoperta solo nel 2007 grazie alla tenacia di John Maloof, anche lui americano, giovane figlio di un rigattiere.

Vediamo assieme la storia.

Il giovane Maloof, immobiliarista di professione, ha bisogno di alcune foto e documenti per un libro che intende scrivere sulla storia degli abitanti di un quartiere di Chicago. In una casa d’aste compra una scatola piena di negativi per 380 dollari, espropriati alla Maier che non aveva pagato l’affitto del box dove erano rimasti per anni. Ne sviluppa alcuni. Sono particolari, intensi. Ne condivide qualcuno su internet riscuotendo un grande successo.

mayer10-590x590

Nel 2009 decide di ricostruire la storia di questa bravissima fotografa ma scopre che purtroppo è morta da poco in un incidente.

Inizia così un lavoro che durerà anni, ma grazie a lui conosciamo la vita e le opere di una fotografa che si è dovuta “nascondere” alla società.

Nata nel 1926 era una “tata francese” (la sua famiglia era di origini alsaziane) e viveva in una stanzetta messa a disposizione dalla famiglia presso cui lavorava, coltivando una passione: la fotografia.

Nel tempo libero usciva con la sua macchina fotografica e scattava immagini straordinarie. A quei tempi era impensabile fare foto per la strada, solo negli studi (al chiuso).

mayer9-590x590

Oggi possiamo ammirare una retrospettiva a Genova a lei dedicata con oltre 120 foto in bianco e nero. Ricordiamo che era un’autodidatta e mentre era in vita le sue fotografie non sono mai state esposte né pubblicate.

Oggi i suoi “lavori” costituiscono il racconti di quei tempi, cioè l’America del dopoguerra.

I soggetti sono: bambini, anziani, donne e lavoratori.

1954, New York, NY

La mostra resterà aperta fino all’8 ottobre presso la Loggia degli Abati – Palazzo Ducale Genova.

Per saperne di più e vedere alcune immagine, ecco il sito:

http://www.mostravivianmaier.it/

vivianmaier-eyetoeye-2000px

Pubblicità

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...